Assenteismo

Indagine per assenteismo dal lavoro | assenteismo |legge 104 | furbetti del cartellino | Investigatore Privato Abruzzo | Agenzia Investigativa Abruzzo | Investigazioni per Privati

Un nuovo servizio offerto dall’Agenzia Investigativa Iuris Investigazioni, con sede a Chieti, è l’indagine per assenteismo sul lavoro, un fenomeno che danneggia sia i datori di lavoro che i colleghi.

Cosa è l’assenteismo?

Con il termine assenteismo, in ambito lavorativo, si fa riferimento al fenomeno sociologico dell’assenza ingiustificata.

Si definisce pertanto assenteismo, ai fini di un licenziamento per gusta causa, l’incapacità lavorativa temporanea o meno, risultante da malattia o infermità che spesso non hanno motivo di essere realmente dichiarate in quanto insussistenti.

L’assenteismo dal lavoro” si manifesta di solito con le seguenti modalità:

  • L’assenteista fa un uso eccessivo di permessi retribuiti;
  • L’assenteista ricorre in modo sistematico a permessi per malattia;
  • L’assenteista richiede troppi periodi di aspettativa per motivi personali non ben specificati;
  • L’assenteista ricorre all’aiuto dei colleghi per nascondere la propria assenza ingiustificata (ad esempio il collega timbra il suo cartellino delle presenze).

Tutto ciò, come già accennato, causa notevoli disagi sia ai datori di lavoro, che potrebbero registrare perdite in termini di guadagno, che ai colleghi costretti a coprire i turni lasciati scoperti dall’assenteista.
A ciò occorre aggiungere i notevoli disagi in cui potrebbero incombere gli ignari clienti o fruitori dei servizi offerti: si immagini le enormi file d’attesa presso gli uffici pubblici o privati, dovuti al minor numero di dipendenti operativi, spesso dovuto al problema dell’assenteismo.

L’assenteismo e l’investigatore privato

Le agenzie investigative offrono servizi specifici a sostegno della legalità sul posto di lavoro, servizi rivolti ad aziende o al comparto pubblico.

L’investigatore privato indaga con la massima discrezione e professionalità al fine di verificare se, le ripetute assenze del lavoratore dipendente, possano essere giustificate da una reale necessità o semplicemente siano il risultato di atteggiamenti illeciti e contrari al rapporto di fiducia alla base del cotratto di lavoro.

La fiducia tra datore di lavoro e dipendenti è fondamentale nel nostro ordinamento giuridico.

La fiducia, che è fattore condizionante la permanenza del rapporto, può essere compromessa, non solo in conseguenza di specifici inadempimenti contrattuali, ma anche in ragione di condotte extralavorative che, seppure tenute al di fuori dell’azienda e dell’orario di lavoro e non direttamente riguardanti l’esecuzione della prestazione, nondimeno possono essere tali da ledere irrimediabilmente il vincolo fiduciario tra le parti qualora abbiano un riflesso, sia pure soltanto potenziale ma oggettivo, sulla funzionalità del rapporto e compromettano le aspettative di un futuro puntuale adempimento dell’obbligazione lavorativa, in relazione alle specifiche mansioni o alla particolare attività” (C.f.r. Cass 24023/2016; Cass. 17166/2016)

Ancora più grave quindi è la compromissione del rapporto di fiducia che si delineerebbe qualora un dipendente dichiarasse il falso pur di non adempiere ai suoi obblighi contrattuali, ad esempio dichiarasse di doversi assentare per assistere un parente disabile e poi se ne andasse in vacanza come se nulla fosse, o addirittura sfrutterebbe tale permesso (garantito dalla legge 104) per svolgere un secondo lavoro autonomo.

Se sospetti che uno o più dipendenti siano colpevoli di assenteismo, contatta la Iuris Investigazioni, il nostro team di esperti investigatori potrà rispondere ad ogni tua domanda e, se nel caso, fornirti le prove di cui necessiti.

Chiama per una consulenza gratuita.